Fonte: pixabay.com

Un respiro

Ti stavo pensando 
quando al tramonto 
un raggio di luce 
mi ha trafitto il volto. 

Il mio cuore ha avuto un sussulto
il sangue ha smesso di scorrere
e il tempo si è congelato
per l'infinito istante 
di un respiro.

Un vento tiepido 
mi scompigliava i capelli
e mi passava tra le dita
mentre l'odore delle rose di maggio
mi entrava dentro. 

So che i tuoi occhi
non fanno altro che cercare i miei
tra la folla, nel buio, al mare
e in tutti i luoghi in cui ci siamo amati. 

Vivi nei miei ricordi
e sulle mie labbra
che sanno ancora di te,
di salsedine,
e di noi.

È impossibile dimenticare qualcuno 
che ha scritto il suo nome sul tuo cuore
qualcuno con cui
hai disegnato le stelle
le nuvole
e forse anche il sole.

Tu eri lontana, 
eppure i nostri Yin e Yang, 
perennemente in contrasto,
restavano inafferrabili
e terribilmente, 
infinitamente vicini.

Ho respirato
e tutto ha ripreso a vivere
senza sapere
che la vera vita
me l'hai sempre portata tu.

Benedetto Miceli
5^ A – Liceo Aristosseno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fenice day by day

Maggio 2021
L M M G V S D
« Apr   Ago »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31